In tutti noi vive il desiderio di sentirsi voluti, desiderati, rispettati.
Dietro ad ogni storia c’è un passato, talvolta difficile e doloroso che non sempre i nostri interlocutori conoscono o, perlomeno, intravedono. Nel mezzo, brucia la fiammella dei desideri inveterati, dei bisogni, delle fragilità e del percorso di ognuno. L’intersecarsi spontaneo e voluttuoso fra tutti questi aspetti genera gli incastri delle relazioni ed il percorso – a volte felice a volte distruttivo – che ognuna di queste compie nel tempo. “Urlami”, la seconda e fortunata esperienza letteraria di Laura Fortugno, racconta proprio ciò.

Sinossi

La storia vede – lungo lo scorrere delle ore intense di un fine settimana prenatalizio dei primi anni Duemila – sgretolarsi ed infine raggiungere un punto di incrocio e di aggrovigliamento le vite di più persone, inconsapevoli di essere così fortemente connesse fra loro. Le guarderemo partecipi della rievocazione di ricordi e prepotenti esperienze e lezioni di vita; protagoniste di vicende di sesso, di amore e passione travolgente. Così forti da spingere ognuno di loro dentro un susseguirsi inevitabile di situazioni, in bilico tra emozioni nuove, bugie, tradimenti e decisioni che lasceranno un segno indelebile nelle loro esistenze. Perché, come sottolinea l’autrice, non esistono azioni che non abbiano conseguenze. E pagarne il prezzo, talora, è la più grande lezione di vita.

A tu per tu con Laura

Perché hai scritto questo libro?

Ho scritto questa storia molti anni fa, spinta dal bisogno di elaborare ciò che in quel momento stava investendo la vita dorata e perfetta che credevo di condurre e che, dopo un’infanzia non semplice, consideravo un “porto” sicuro e felice. Ossessionata dal bisogno di capire (perché quando siamo feriti nei sentimenti purtroppo la prima cosa sulla quale ci ostiniamo è voler capire)  ho iniziato a raccontare  quella che, in parte, è anche la mia storia. Cercando di guardarla non soltanto dalla mia “prospettiva” ma anche da quella dei co-protagonisti della vicenda (quella reale come quella romanzata) e di calarmi così, nei panni di chi stava “creando” il mio dolore come di chi – sotto altri aspetti – lo stava vivendo insieme a me.

L’intento cardine di questo romanzo che, attraverso diversi personaggi, parla di amore, fragilità e tradimenti è quello di indagare nelle varie sfaccettature dell’animo umano cogliendone debolezze; speranze, ambiguità e condizionamenti. Ponendo l’attenzione sulle conseguenze, spesso sottovalutate, di ogni nostra azione. Ma anche sulle infinite opportunità di cambiamento che possiamo mettere in atto, offrendo nuove direzioni e possibilità a noi stessi e alla nostra vita.

Note biografiche

Laura Fortugno è  fundraiser e segretaria di direzione presso l’Istituito dei Ciechi di Milano e nel week-end una ballerina di tango argentino nonché Chef che organizza (nel proprio loft e a volte a domicilio) eventi di “social eating”,  il tutto  con la smisurata passione per la scrittura e la lettura.

Nel 2014 è fra le vincitrici del concorso letterario “Racconti nella rete” con il racconto “Guardami”, pubblicato nell’antologia di racconti dello stesso anno edita da Nottetempo:

http://www.edizioninottetempo.it/it/prodotto/racconti-nella-rete-2014

Dal racconto è nata l’idea di un romanzo che parlasse della fragilità dei sentimenti umani, utilizzando il tradimento come perno centrale.

Informazioni utili

Il libro necessita una pre-ordinazione tramite il seguente link, ove è possibile acquistare o l’iBook a 5,99 o il cartaceo a 15 euro:

Ordina “Urlami”

Chi preordina il libro può accedere immediatamente alle bozze, nell’attesa di riceverlo.

Chiara Zanetti

 

Condividi