Sabato 30 settembre, presso la “Fabbrica del vapore”, inaugura lo spazio “The Art Land”. Aperto da mattina a sera, ingresso gratuito

Ve ne parlai qualche giorno fa in un articolo in cui riportavo il programma, ma oggi in seguito alla conferenza stampa, posso aggiungere qualche dettaglio importante. Intanto riprendo il tema; cosa intendiamo per  la terra dell’arte? La risposta non è semplice, ma cercherò di essere esaustiva. Ci misuriamo con un progetto enorme, nato dalla collaborazione tra 5 realtà associative di alto livello, che hanno vinto un bando indetto dal Comune di Milano conquistandosi – fino al 2020 – il lotto 10 del venerando luogo meneghino. Queste associazioni sono: IsolamusicaingiocoAceA OnlusArt TooFamiglia Margini e Lyra Teatro.

“The Art Land” è quindi suolo fertile, vivace, in grado di porre a confronto arte, cultura e collettività.

Torniamo ora all’evento, a mio parere incantevole per la varietà e la ricchezza della proposta:

9,30 – 10,30: Falamamma: musica e canto per donne in attesa. Dice l’associazione Isolamusicaingioco: “Fa la mamma è un’esortazione, un augurio, una frase musicale. La gravidanza è vissuta e scoperta attraverso l’esperienza della musica: il corpo che cambia, la vita che cresce dentro di noi e attraverso di noi sente il  mondo esterno e la voce della mamma. Il battito del cuore del piccolo che scandisce un nuovo ritmo.”;
10,30 – 12,00: Corpomondo, installazione collettiva per grandi e piccini ad opera di Art – Too;
12,00 – 12,30: Flash-mob musicale;
15,00 – 17,00: Giochi teatrali per bambini e adulti con Lyra Teatro;
17,00 – 18,00: Dimostrazione di artigianato performativo “Carta e Spezie”  a cura dell’artista Liana Ghukkasyan di Famiglia Margini. “L’artista pittrice armena presenta il suo laboratorio artistico: un viaggio tra profumi e sapori di terre lontane dove le spezie sono le regine e i colori per la carta. Le spezie, con il loro colore e aroma, hanno saputo viaggiare facendosi messaggeri della storia. quindi della carta che racconta degli usi e costumi del Mondo.”;
18,00 – 19,00: Presentazione mostra “Identità Sospese” e performance “Indigeno” di Marilena Vita. 

Marilena Vita in “La bianca pelle del vello d’oro”, 2012

La mostra “Identità Sospese“, a cura di Famiglia Margini, riflette su un tema racchiuso in questa prosa poetica:

Dove nascono i pensieri?
Come mai questo vecchio carillon continua a girare e girare?
Dove si è persa la connessione fra passato e futuro? Intanto il presente preme e sembra scivolare al contrario.
Una vita scandita da emozioni marchiate a fuoco nella carne, così forte ed intense da non essere capite.
Attimi divisi in due, quelli che vivi e quelli che immagini.
Identità sospese, tese verso l’epifania dell’archetipo, comunque consapevoli che la ragione non esiste.
Opere in mostra
LIANA GHUKASYAN “Tutte le stelle del Mare” Olio su tela 2017
GIANCARLO MARCALI “Doppelgaenger” Fotografia e Radiografia 2017
ROBERTO MARSELLA “La Ragione non esiste” Video Art 2016
GRACE ZANOTTO “Burka for Freedom” Design dell’Abito 2016

Di seguito, il trailer del video dell’artista Roberto Marsella, “La Ragione non esiste”:

La ragione non esiste

La serata si chiuderà tra le 19,00 e le 21,00, con brindisi e aperitivo.

Chiara zanetti

 

 

Condividi