Nell’ambito della seconda edizione di RAW (Rome Art Week)Corrado Delfini e Claudia Quintieri presentano: C&C – D&Q project presso Studio Corrado Delfini in Via Pasquale Alecce, Roma. L’appuntamento è per oggi e domani, 12 e 13 ottobre 2017, dalle 17.00 alle 22.00. Il progetto si basa sull’interrelazione tra la pittura di Corrado Delfini ed il video Venere Metropolitana di Claudia Quintieri. Il loro rapporto si esprime nella riflessione su aspetti della società contemporanea e i quesiti che la stessa desta nei suoi protagonisti. Delfini agisce con la volontà di interrogarsi su queste tematiche attraverso il riciclo di materiali di recupero, che vengono inseriti pittoricamente nei suoi lavori.  La Quintieri, d’altro canto, approfondisce la questione dell’incomprensione dell’arte contemporanea da parte dei suoi fruitori, del grande pubblico, unendolo ad un’accorta ponderazione sulle ragioni per cui, spesso, nell’arte d’oggi si è persa la consuetudine alla bellezza.

Difatti, a partire dal Cubismo, i corpi e i volti rappresentati nell’arte non esprimono più quella grazia e quell’eleganza tanto ricercate nei secoli precedenti. Le avanguardie storiche, d’altra parte, vivono il corpo e di conseguenza l’arte figurativa come simbolo di stati d’animo appartenenti al mondo dell’interiorità. In quanto tale, la figura umana non è più ricettacolo di raffinatezza, ma di forme espressive caotiche, vicine alla sfera dell’istintività.

Ad oggi non si parla più di correnti, quanto di tendenze. Sicuramente, una di queste dimostra una spiccata predilizione per la metafora, la sineddoche, quella parte che sta al tutto, quel simbolo e quella deficienza di diafana bellezza di cui il mondo contemporaneo è spesso partecipe, nonché generatore. Le opere di Delfini e Quintieri ci consentono di affrontare tali problematiche in un’esperienza che diviene meta-artistica e senz’altro arricchente.

Chiara Zanetti

 

Condividi