Domenica 25 novembre alle ore 10:30, sul palco dello Spazio Teatro 89 di Milano, la Compagnia degli Zelattori porta in scena un dramma fra introspettiva satira pirandelliana e quel topos, consolidato anche nel cinema, della clausura inattesa ed eccezionale che diventa traumatica occasione di scompaginamento, rivelazione e catarsi, come ad esempio accade in Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese, il recente, strepitoso successo premiato nel 2016 con il David di Donatello. People in the Mirror racconta infatti la fatale improrogabilità di affrontare se stessi in una disputa con la propria coscienza in cui non sono ammessi trucchi né sconti. Non resta che farsi coraggio e guardarsi allo specchio per svelare le proprie miserie ma anche scoprire inaspettate risorse.

La pièce sarà la fonte intellettuale di un evento di formazione sul concetto di leadership, il quale attingerà dalla vicenda rappresentata in People in the Mirror lo spunto per i suoi argomenti: a causa di un guasto per il maltempo, sei persone sono costrette a stare angosciosamente rinchiuse nel compresso perimetro di una cabina della funivia, bloccati nel vuoto a decine di metri d’altezza, inquietati tanto dall’oscillazione fisica della cabina quanto da quella morale del progressivo esame a cui saranno sottoposte dalle inusuali evenienze di questa situazione d’emergenza.

La tensione dei lacerti più critici si alterna a momenti di squisita commedia in una composizione drammaturgica scritta e diretta da Monica Antonioli, che chiosa l’opera con queste parole: “È accaduto a tutti che per spingerci a uscire dalle nostre prigioni mentali la vita abbia usato situazioni casuali talmente assurde e senza scampo da metterci completamente a nudo davanti a noi stessi. Se ciò non ci ha gettati nella disperazione, è possibile che ci abbia risvegliati. Non è forse vero che abbiamo riso e pianto insieme, come a volte fanno i matti, per la nostra incapacità di vedere che la salvezza è sempre stata lì, davanti al nostro naso? Lì, riflessa nello specchio?”

Terminato lo spettacolo, dalle 14:00 alle 18:00 seguirà l’evento di formazione dal titolo Mirror, la leadership allo specchio in cui il teatro si intreccia alle arti visive e alla musica dal vivo, chiamando a partecipare attivamente i corsisti. Spiega Monica Antonioli: “Leadership significa, letteralmente, conduttore della barca. È la competenza umana di condurre se stessi e gli altri verso obiettivi condivisi di benessere, salvezza, successo. Essendo una competenza, si può educare, formare e testimoniare. Sviluppare leadership serve a chi sceglie di essere felice e sceglie di dare il proprio meglio al mondo, a prescindere dalle condizioni di partenza, status e età. I sei personaggi dello spettacolo rappresentano altrettante qualità di ombra e leadership. Saranno loro ad accompagnare i partecipanti direttamente nel vivo della formazione.”

Lo spettacolo sarà replicato domenica 17 febbraio 2019 alle ore 16:30, e giovedì 11 aprile alle ore 20:30, sempre allo Spazio Teatro 89.

Informazioni utili: 

SPAZIO TEATRO 89, via Fratelli Zoia 89, 20153 Milano

Tel. 0240914901; www.spazioteatro89.org; info@spazioteatro89.org

PEOPLE IN THE MIRROR

Domenica 25 novembre, ore 10:30. Ingresso: 25 euro. Durata: 1h30 circa.

MIRROR, LA LEADERSHIP ALLO SPECCHIO

Domenica 25 novembre, dalle 14:00 alle 18:00. Costo: 27 – 40 euro.

www.mastermovetheatre.com/biglietteria-calendario/ Info e biglietteria: +39 338 228 7105.

Ulderico Annoni

Condividi