Ritorna a Milano Mattia Novello con una mostra personale negli ampi spazi della galleria AMY D Arte Spazio (Via Lovanio, 6, M2 MOSCOVA Milano) curata da Sabino Maria Frassà e con il Patrocinio di CRAMUM. La mostra sarà inaugurata giovedì 30 novembre alle ore 18:00 e sarà aperta fino al 13 gennaio 2018.

L’artista, nato a Vicenza nel 1985, presenta in TUTTO TORNA – IT MAKES SENSE una nuova serie di lavori completamente inediti e pensati appositamente per l’ambiente che li accoglie. Come scrive Sabino Maria Frassà nel suo testo critico “Mattia Novello cerca di cogliere l’essenza della realtà, arrivando alla conclusione che il tempo sia circolare, che il presente, il passato e il futuro coesistano in un unico eterno presente, che l’infinitamente piccolo sia al contempo infinitamente grande. Quali forme possono quindi rappresentare la realtà nella sua totalità? Friedrich Nietzsche risponderebbe ricordandoci che “tutte le cose diritte mentono. Ogni verità è ricurva, il tempo stesso è un circolo”… ”.

Ore di lavoro sulla materia sono al centro del processo creativo e artistico di Mattia Novello, che da sempre esplora le qualità intrinseche a tutte le tipologie di materiali impiegati al fine di sollecitarne tutte quelle potenzialità fisico-espressive altrimenti inespresse.

Erede della tradizione “poverista” nell’uso dei materiali e nel rapporto tattile, e non solo concettuale , con gli oggetti di cui si appropria, Mattia Novello crea sculture nel loro uso dello spazio, vitali nella loro capacità di catturare energia anche attraverso un feedback ludico.
Le sue opere nascono dalla manipolazione ingegneristico-poetica di materiali selezionati e di nuova generazione trasformati in utopiche installazioni. Il risultato è una mostra che non può che catturare e restituire a tutti noi rinnovata energia, vitalità e un approccio diverso alla realtà che ci circonda.

Dall’incontro tra l’artista e la progettualità della galleria milanese AMY D Arte Spazio, da sempre impegnata nella sperimentazione di smart materials, sono  nati progetti e partecipazioni, tra cui si ricordano The Trasparent Dream del 2014, Memorie di equilibrio del 2015, Equilibrio, Festival della Scienza di Ge, Premio Cairo 2015, Premio MIchetti 2016, LIDuP con il Politecnico di MI 2017 .

(Pubblicazione comunicato stampa)

 

Condividi