Lo scorso 22 aprile, ha avuto luogo il vernissage di “Contrasti d’arte – Luce, colore, spazio“, una mostra d’arte contemporanea collettiva promossa da Pro Loco di Busto Garolfo, lieta di raccogliere le opere di quattro artisti bustesi presso il bellissimo spazio di Villa Brentano.

La mostra – accolta molto positivamente anche dall’amministrazione comunale – è un segno tangibile dell’interesse di Pro Loco nel creare occasioni di confronto tra i giovani e di promuoverne il lavoro e la creatività, nel segno della diffusione della cultura e della partecipazione sociale a iniziative di carattere artistico e ricreativo.

Quattro i giovani protagonisti dell’esibizione: Riccardo Carnaghi, Nicolò Cervello, Alberto Venegoni e Angelo Zanzottera.

Riccardo Carnaghi, classe 1993, è un giovane architetto che ha indirizzato la sua ricerca verso l’analisi delle forme proprie dell’architettura attraverso le figure del corpo umano. Un’indagine estetica che ha illustri capi saldi, tra cui cito a titolo esemplare Leonardo Da Vinci e Le Corbusier.

Nicolò Cervello, anch’egli nato nel 1993, predilige invece le visual arts, concentrando la sua attività artistica sulle nuove tecnologie messe a disposizione dalla modernità. In particolare, le opere esposte fanno riferimento ai modelli di render e si propongono di restituire dignità e vita a particolari oggetti funzionali, che altrimenti rimarrebbero rilegati al ruolo di meri dettagli decorativi.

Alberto Venegoni, classe 1989, è giardiniere e appassionato di design. La sua opera consta nella riqualificazione di vecchi tronchi valorizzati nelle loro imperfezioni. Si evince quindi un meditato interesse per quella branca del design che tende al recupero di oggetti in disuso e di materiali naturali. La luce gioca un ruolo fondamentale, assurgendo a metafora dell’infinito e della trascendenza artistica.

Angelo Zanzottera, nato nel 1957, si distingue per una ricerca assai eterogenea e sviluppata nel corso degli anni attraverso l’attività artigianale e artistica. In mostra dei bellissimi pannelli metallici incisi e delle stampe di svariata provenienza: pagine di giornale, riviste e quotidiani su cui l’autore interviene mediante l’uso di pastelli a cera, gessetti, evidenziatori e pennarelli, dando vita a una personale rielaborazione sia delle figure che delle scritte.

Info:
Spazio espositivo Villa Brentano, Via Magenta 25, Busto Garolfo, MI
Sabato 22 aprile – lunedì 1 maggio 2017
ORARI Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.00 dalle 15.00 alle 19.00 26-27-28 Aprile CHIUSO
INGRESSO LIBERO
Mostra organizzata da Pro Loco di Busto Garolfo
A cura di Stefano Sonzogni
Progetto d’allestimento a cura degli artisti
Graphic Designer Riccardo Simonetto

 

 

Condividi