“Un secolo di poesia: il ‘900 Italiano”, serata conclusiva della rassegna; un percorso letto e musicato attraverso alcuni tra i poeti più significativi del ‘900 italiano: da Ungaretti a Montale passando per Caproni, Raboni e Sereni fino a Bacchini.

Introduzione poetica e letture di Luca Ariano. Musiche di Alberto Padovani, il quale propone riletture di cantautori bolognesi insieme a canzoni del repertorio di ManìnBlu.

Note biografiche:

Nato a Mortara (PV) nel 1979, Luca Ariano vive ora a Parma. Ha pubblicato la raccolta di poesie Bagliori crepuscolari nel buio nel 1999. Numerose sue poesie sono apparse su riviste, blog e siti letterari su internet. Collabora con le riviste «Atelier», «Racna» ed è redattore de «Le Voci della Luna». Nel 2005 è uscita una sua plaquette ne La coda della galassia (Fara) e la sua seconda raccolta di poesie Bitume d’intorno, con la prefazione di Gian Ruggero Manzoni, per le Edizioni del Bradipo di Lugo di Romagna. Con Enrico Cerquiglini ha curato per Campanotto l’antologia Vicino alle nubi sulla montagna crollata (2008). Nel 2009 una parte della sua plaquette Contratto a termine è stata pubblicata ne La borsa del viandante curata da Chiara De Luca (Fara). Sempre nel 2009 ha curato con Luca Paci l’antologia Pro/Testo (Fara). Nel 2010 per le edizioni Farepoesia di Pavia è uscita la plaquette Contratto a termine con una nota di Francesco Marotta. Nel 2011 con Marco Baj per Officine Ultranovecento ha pubblicato il libro d’artista Tracce nel Fango. Sempre nel 2011 con Ultranovecento all’interno del cofanetto Mappe per un altrove ha pubblicato Tempi sospesi – Temps suspesos (4 poesie di Luca Ariano, traduzione in catalano di Imma Puig Cuyàs e 1 Fotolitografia da originale pastelli su carta di Gabriella Di Bona) e 5 gradi prima del ritorno con Martino Neri Nel 2012 per le Edizioni d’If è uscito il poemetto I Resistenti, scritto con Carmine De Falco, tra i vincitori del Premio Russo – Mazzacurati. Nel 2014 per Prospero Editore ha pubblicato l’e-book La Renault di Aldo Moro con una prefazione di Guido Mattia Gallerani. Nel 2015 per Dot.com.Press-Le Voci della Luna ha dato alle stampe Ero altrove con una postfazione di Salvatore Ritrovato e note di Ivan Fedeli e Lorenzo Mari, finalista al Premio Gozzano 2015. Nel 2016 presso la Collana Versante Ripido / LaRecherche.it è uscito l’e-book di Bitume d’intorno con una nota di Enea Roversi. Nel 2018 per Qudu è uscita una nuova edizione di Contratto a termine con la prefazione di Luca Mozzachiodi. Sempre nel 2018 con Giancarlo Baroni ha coordinato l’antologia Testimonianze di voci poetiche: 22 poeti a Parma edita da Puntoacapo. Sue poesie sono tradotte in francese, spagnolo e rumeno.

Alberto Padovani nato a Colorno nel 1970, di professione educatore presso la scuola secondaria di Fontanellato e bibliotecario a Fontevivo, conduce laboratori educativi e musicali in diverse scuole del territorio. Si occupa di musica dall’età di 15 anni, come chitarrista, cantante e cantautore. Diverse sono le sue esperienze in studio e live, in campo musicale. Con il progetto musicale ManìnBlù ha prodotto 4 album e circa 80 canzoni, dal 2002 fino ad oggi. Come scrittore di poesie, il suo esordio è a 29 anni. 4 sono le raccolte pubblicate dal 1999 ad oggi. Per prudenza, evitando ogni forma di autocelebrazione, si definisce “scrittore di cose brevi”

Chiara Zanetti

Condividi