DE REVOLUTIONIBUS

Sulla miseria del genere umano

testi originali di Giacomo Leopardi
dalle due Operette Morali: Il Copernico e Galantuomo e Mondo

diretto e interpretato da

Giuseppe Carullo e Cristiana Minasi

scene e costumi
Cinzia Muscolino

disegno e luci
Roberto Bonaventura
scenotecnica
Pierino Botto

produzione

Carullo-Minasi e Federgat

Mercoledì 11 e giovedì 12 aprile, alle ore 21, al No’hma va in scena De revolutionibus – sulla miseria del genere umano, una produzione della compagnia siciliana Carullo – Minasi. Si tratta di un lavoro che ha già ottenuto numerosi e importanti riconoscimenti da parte della critica teatrale e ha vinto il concorso Teatri del Sacro nel 2015. La compagnia, proseguendo il proprio percorso di stampo filosofico, con levità ed estrema ironia, racconta del genere umano girovagando intorno ai temi della propria miseria.

Lo spettacolo è il trionfo del gioco teatrale povero il cui fine è sempre la meraviglia. In scena due attori, con un carro di Tespi, in una partitura raffinata di gesti e parole, recitano i personaggi di due Operette Morali di Leopardi, per portare amare e ironiche riflessioni sulla “miseria umana” intesa come valore e al tempo stesso condanna.

(Pubblicazione comunicato stampa)

Condividi